L'arte in hotel

L'arte in hotel ? Seguite la guida che vi illustrerà la collezione d'arte dell'Hotel des Saints Pères

X
Book your stay
1 Adulto
0-11 anni
0-3 anni
Nessun costo per bambini inferiori a 12 anni
Contatti la nostra reception
per qualsiasi informazione
+33 (0)1 45 44 50 00 Costo delle chiamate locali

l'art à l'hotel des saints pères 1

 

Ognuna delle camere dell'Hotel des Saints Pères ha una propria identità, siglata da dipinti, disegni o incisioni d'epoca (XVII e XVIII secolo).

Nella camera 104 “La petite fille au serin” (La ragazzina con il canarino) già da sola, con la sua dolcezza, rende leggera l'atmosfera. La camera 307 è sotto lo sguardo vigile di “Marie-Thérèse d’Autriche” (Maria Teresa d'Austria), ritratto di una donna di carattere. In occasione delle aste si acquistano di volta in volta nuovi elementi decorativi - mobili, lampadari, quadri...  

 

Tra la cinquantina di pezzi degni di menzione, si noterà il quadro “Scène de Basse-Cour” (Scena di cortile) della Scuola Olandese (XVII secolo), il un ritratto importante di Natoire (XVIII secolo), ma anche opere più contemporanee come la scultura “Adam et Eve” (Adamo ed Eva) firmata Georges Jeanclos o il bonzo “Hibou” (Civetta) di Roseline Granet. 

 

 

 

l'hôtel des saints pères l'art à l'hôtel
La camera con l'affresco

 

La camera con l'affresco racchiude un'opera eccezionale: un magnifico affresco murale in perfetto stato di conservazione che rappresenta il Buon Auspicio coronato dalla Virtù, sotto lo sguardo dell'Intelligenza.  

 

Si riconosce il Buon Auspicio, con i tratti regolari di un giovane vestito di verde, colore della speranza. Tiene tra le braccia un cigno bianco, uccello di buon auspicio associato a Venere e porta in fronte una stella, segno di successo. La virtù è rappresentata con le sembianze di giovane donna dall'incarnato pallido, che sfoggia sul petto una stella brillante, ha le ali e porta una corona di fiori. La scena si svolge sotto lo sguardo dell'Intelligenza, un cherubino riconoscibile dalle tipiche caratteristiche, un globo e un serpente, simboli di conoscenza. All'estremità dell'affresco, il Cattivo Auspico, un uomo scuro raffigurato con un corvo, tenta, senza riuscirci, d'intromettersi in questa scena.

 

Incorniciato da voltine ornate da motivi floreali, questo pezzo unico, attribuito all'Ecole de Versailles, offre agli spettatori di una notte il privilegio di riposare a fianco di un'opera d'arte.